COMPOSIZIONE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Il CRAL OIRM-SANT’ANNA, la quale denominazione completa è: Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori – Ospedale Infantile Regina Margherita – S.Anna, nasce come CRAL OIRM verso la fine degli anni ‘70 per poi fondersi con il CRAL S.Anna verso la fine degli anni ’90.

Il CRAL è un circolo che attualmente vanta circa 2500 soci, per i quali si organizza numerose gite, che può variare in gite da una giornata, più giorni e crociere o soggiorni di una settimana, si stipulano convenzioni con ditte o società che offrono prezzi scontatissimi riservati ai nostri soci, attività sportive con l’inevitabile squadra di calcio che organizza campionati, tornei ecc, corsi di ginnastica più o meno impegnativi, tennis, nuoto, subacquea e tantissimi corsi di ogni genere, ogni anno si organizza la festa di carnevale, la festa di primavera e quella d’autunno, che si svolgono in una discoteca di Torino, cenone di capodanno; e se pur piccolo… in occasione delle Sante feste come il Natale e Pasqua doniamo ad ogni socio un pensiero per festeggiare l’evento. Siamo convenzionati con un Caf per dar supporto ed assistenza per la compilazione/spedizione delle dichiarazioni dei redditi (mod. 730).

E tanto altro… Lo scopo principale ed unico è sempre stato quello di lavorare per il benessere e per la soddisfazione di ogni singolo associato.

 


Statuto

Si riportano i primi cinque articoli dello Statuto del CRAL OIRM Sant’Anna che meglio individuano le finalità proposte.

 

Art. 1 – Costituzione
E’ costituito un circolo ricreativo assistenziale lavoratori – C.R.A.L., con sede in Torino, Piazza Polonia 94, denominato “CRAL O.I.R.M./S.ANNA”.
Il CRAL è rappresentata da un luogo aziendale così come da instestazione, che può essere utilizzato esclusivamente su carta intestata e locandine che riguardano iniziative per il personale dipendente dell’azienda. E’ divieto di utilizzo del logo per iniziative private.

Art.2 – Caratteri dell’associazione
Il CRAL è un Associazione, non persegue alcuna finalità di lucro o di reddito. E’ incompatibile con le finalità del CRAL ogni iniziativa, attività o manifestazione che persegue scopi di parte politica e sindacale.
I Soci sono tenuti ad un comportamento corretto sia nelle relazioni interne, con gli altri soci, che con terzi, nonchè all’accettazione delle norme o stato sociale.

Art.3 – Durata dell’Associazione
La durata dell’Associazione è illimitata.

Art. 4 – Finalità e scopi
Il CRAL ha le seguenti finalità e scopi:
a) favorire l’esercizio del diritto alla ricreazione, allo sport, al riposo ed alla elevazione culturale dei lavoratori, dei pensionati e dipendenti e loro familiari diretti e di tutti
coloro che operano nell’Azienda a nome e per conto di Ditte esterne.
b) Sollecitare e promuovere il sano ed utilie impiego del tempo libero dei lavoratori e dei loro familiari;
c) Stimolare lo spirito di amicizia e di solidarietà tra tutti i lavoratori anche attraverso forme morali, materiali e di assistenza;
d) dare la propria adesione a quelle associazioni o enti che possono favorire il conseguimento delle finalità sociali;
e) Promuovere ogni utile iniziativa a scopo culturale promuovendo anche Seminari, incontri, convegni, dibattiti, congressi;
f) Promuovere un Centro Culturale;
g) Gestione dell’attività di assistenza, consulenza fiscale, assistenza previdenziale, assistenza al cittadino;
h) La tutela degli interessi sociali e collettivi promuovendo anche azioni giurisdizionali, intervenendo in giudizi promossi da terzi a tutela degli interessi del CRAL;
i) Ad intervenire in giudizi civili e penali per il risarcimento di danni derivanti dalla lezione di interessi collettivi concernenti le finalità generali, nonchè per l’annullamento di atti illeggitimi lesivi degli interessi relativi alle finalità del CRAL;
j) Aderire o affiliarsi ad organizzazioni aventi finalità culturali, ricreative, sportive, turistiche, che garantiscano ogni autonomia e favoriscano il suo sviluppo democrativo;
k) Promuovere tutte querlle attività atte a creare nuovo spirito di collaborazione tra tutti gli Operatori aziendali, a conseguire un netto miglioramento della vita, offrire all’Azienda la propria fattiva collaborazione per svolgere attività comunitarie tra degenti e dipendenti;
l) intervenire, in casi di grave carenze, in aiuto a Soci, degenti o a persone prive di assistenza; Il CRAL, al fine del raggiungimento degli scopi e delle finalità istituzionali, potrà raggiungere tutti quegli accordi atti a garantire l’economia e la funzionalità del CRAL ed a favorire il suo sviluppo.

Art. 5 – Soci
1) Sono Soci del CRAL:
a) Tutti i dipendenti dell’Azienda Ospedaliera;
b) I pensionati ex dipendenti;
c) I familiari di primo grado;
d) I medici specializzandi, il personale borsista, studenti frequentanti gli atenei ospedalieri e tutti coloro che operano nell’Azienda a nome e per conto di Ditte esterne.
Sono Soci le persone fisiche la cui domanda di ammissione verrà presentata dagli interessati presso la Sede del CRAL, previo versamento della quota associativa.

2) I Soci si dividono in tre categorie:
a) SOCI ORDINARI
Coloro che pagano la quota tessera annuale stabilita;
b) SOCI SOSTENITORI
Coloro che abbiano a versare somme di denaro o a mettere a disposizione del CRAL, senza corrispettiva prestazione alcuna, beni o servizi di qualsiasi natura al solo fine di sostenere l’attività che lo stesso CRAL promuove;
c) SOCI ONORARI
Coloro che, per meriti legati alla diffusione del CRAL, siano ritenuti dal Consiglio Direttivo, anche su indicazione dell’Assemblea, degni di essere iscritti d’ufficio e senza particolari formalità di accettazione.

3) I Soci “Sostenitori” o “Onorari” dovranno comunque sottoscrivere quanto previsto dal comma successivo del presente articolo.
Per i Soci la domanda di adesione dovrà contenere:
– dati anagrafici indentificativi del soggetto;
– dichiarazione di accettazione delle Norme Statutarie;
– dichiarazione d’impegno per un’attività partecipazione e di sviluppo dell’attività del CRAL;
– autorizzazione al trattamento interno dei dati personali;
– la/le sezione/i a cui il Socio intende svolgere l’attività o partecipare all’attività;
– impegno, in caso di dimissioni, a comunicare per iscritto le proprie decisioni. In caso contrario, il Socio sarà comunque tenuto al pagamento della quota associativa annuale.